@zacchiro l'accademia intesa come sistema tradizionale sta morendo nell'obsolescenza su cui e' basat. Un ente medioevale non puo' pensare di sopravvivere nel 2010. Ormai anche le industrie si stanno stufando di paper che hanno peer review si e no l'1% delle volte.

@loweel mi spiace, non sono d'accordo :-) E che i paper abbiano « peer review si e no l'1% delle volte » mi risulta essere falso e sta a te dimostrarlo.

Full disclosure: sono professore associato per una università.

@zacchiro temo che ti stia sfuggendo il punto. Professore associato , innanzitutto, sara' anche un titolo che dentro la tua comfort zone ha un significato, ma oggi come oggi sul mercato vale pochissimo. Mettiti sul mercato e vedi che genere di ruoli puoi ambire col tuo titolo, e ti accorgerai che molte certificazioni professionali valgono molto di piu'. Almeno, nel campo delle emerging technologies un PhD ormai guadagna quanto un normale laureato con un paio di buone certificazioni.

Del resto, potrei dirti "sono chef technologist in una multinazionale e ci occupiamo di emerging technologies (termine che abbiamo portato noi alle cronache, peraltro)" , ma apparirei patetico quanto te.


Detto questo, e chiarito cosa puoi farci col "professore associato" andiamo al punto, che credo sia evidente a tutti tranne che nella cripta universitaria.
Che esista un problema di scarsita' conclamata nella qualita' e nella quantita' , nel campo della peer review e' noto, e se ne dibatte (ma forse non nella cripta ove molti "chiarissimi" sono rinchiusi) parecchio.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1420798/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6765233/

https://www.tandfonline.com/doi/full/10.1080/21507740.2017.1392374



e potresti anche usare google da solo, sempre che sia arrivato anche nelle universita'.

E si, 1% di peer review _credibili_ e' anche una stima ottimistica. Il resto e' tutto grafene. ( "grafene"e' il modo in cui si sfotte certa accademia oggi, per la cronaca).

Poi, non devo dimostrare proprio niente, perche' la realta' dei fatti non ha bisogno di dimostrazioni. Il fatto che su mercato del settore privato un PhD valga meno di una certificazione da AWS Architect parla da solo: non devo dimostrarti proprio niente, ci pensera' un fenomeno fisico noto come "realta' " a farlo.

Tu rimarrai nella tua nicchia, io nella mia, e alla fine quello che conta e' chi sbarca meglio il lunario nei prossimi 10/20 anni. La prova sperimentale NON e' un'opzione: e' la fisica dei fatti.

@zacchiro

Lajtha K. & Baveye P.C. 2010. How should we deal with the growing peer-review problem? Biogeochemistry 101, 1-3.

Merrill E. & Cox A. 2014. Reviewer overload and what can we do about it. The Journal of Wildlife Management 78, 961–962.

Siegel D. & Baveye P. 2010. Battling the paper glut. Science 329, p. 1466.

https://www.nature.com/news/1-500-scientists-lift-the-lid-on-reproducibility-1.19970

https://doi.org/10.1038%2F515009a

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1182327/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2685008

https://discovery.ucl.ac.uk/id/eprint/1532689/

E puoi andare avanti cosi’ cercando “reproducubility”. Ma, come ho detto, il fatto che state lavorando malissimo non ha bisogno di essere dimostrato con un paper: la realta’ economica e’ piu’ che sufficiente. La luna e’ severa maestra (cit.)

@loweel che l'implementazione attuale della peer review abbia dei problemi, inclusa la tristemente nota "crisi della riproducibilità" è vero. (Tra l'altro nel mio lavoro su Software Heritage ritengo di stare dando un contributo a migliorare le cose.) Ma quel valore del 1% nel post precedente l'hai tirato fuori dal cappello.

@zacchiro In effetti sono stato ottimistico. In realta' il problema della riproducibilita' e' molto peggiore.

Comunque, adesso vado a vedere per quale motivo nella valutazione dei progetti di ricerca vi diamo normalmente l ' 1% di QA. Immagino che qualcuno lo abbia calcolato in qualche modo. In effetti ora sono curioso.

Non dovrei metterci molto, e poi ti mostro anche come si arriva alla quantita' ottimistica di paper credibili .

@loweel per quanto riguarda le mie credenziale (lavorative) extra-accademia non penso necessitino qui di dimostrazione.

Ma visto che siamo all'attacco personale, ti auguro buona giornata e qui ti saluto.

*plonk*

Sign in to participate in the conversation
Mastodon

The social network of the future: No ads, no corporate surveillance, ethical design, and decentralization! Own your data with Mastodon!